NORME DI QUALITA’
PARTE GENERALE

Le seguenti prescrizioni sono relative alla qualità, selezione, confezione ed alle indicazioni da riportare sulle confezioni delle fronde.
La valutazione dei controlli di qualità sui prodotti esaminati deve basarsi sul fatto che, ragionevolmente, le fronde dovranno mantenere le proprie caratteristiche ornamentali per un adeguato periodo dopo la vendita.

QUALITA’ INTERNA

Riguarda le fronde per le quali è obbligatorio il trattamento con prodotti conservanti.

QUALITÀ ESTERNA

Sviluppo
Requisiti minimi:
lo sviluppo raggiunto deve permettere di  riconoscere pienamente le caratteristiche proprie delle specie (colore, numero minimo di frutti o fiori , ecc.)
Requisiti massimi:
Le fronde recise non dovranno presentare segni di invecchiamento o sfioritura.

REQUISITI DI QUALITÀ

Visivamente, deve verificarsi corrispondenza ai requisiti generali del Regolamento CEE 316/68.

TOLLERANZA

Il controllo della confezione verifica il grado di soddisfazione dei requisiti richiesti dalle categorie di scelta.

La tolleranza identifica, in percentuale, la misura massima accettata di prodotto non conforme alle categorie di scelta indicate sulla confezione, per quanto riguarda i requisiti di qualità.
Normalmente non vi è tolleranza sui pesi e sulle lunghezze, che devono corrispondere a quelli dichiarati.

PARTE DI DETTAGLIO
CRITERI DI CLASSIFICAZIONE – CONFEZIONAMENTO

  • a peso:
  • mazzi da: kg 0,250, kg 0,500, kg 1,00 (altri tipi di confezioni sono indicati nelle schede specifiche)
  • lo stelo più corto deve misurare non meno del 50% di quello più lungo;
  • la lunghezza massima consentita è indicata nella scheda specifica;
  • il peso delle confezioni dei singoli articoli è riportato nella scheda specifica;
  • almeno la metà degli steli deve essere di lunghezza superiore alla misura intermedia della confezione.
  • Gli steli devono essere pareggiati alla base defogliata per 10-20 cm (in relazione alla lunghezza della confezione).
  • a stelo:
  • in generale, le confezioni sono mazzi da 10 steli;
  • la scala dei codici prevede scatti di 5 cm fino a 50 cm e di 10 cm oltre i 50 cm di lunghezza;

La differenza di lunghezza massima consentita in ogni confezione è di cm 10 (es.: la confezione da 10 steli appartenente al codice 50contiene steli di lunghezza da cm 50 a cm 60).

  • Gli steli devono essere pareggiati alla base defogliata per 10-20 cm (in relazione alla lunghezza della confezione).

Nota: le eventuali eccezioni sono indicate nelle schede specifiche.

CONTROLLO DI QUALITA’

I controllori avranno come riferimento il Regolamento suddetto e le schede di qualità specifiche e varietali; sulla base di queste schede, dovranno esaminare il prodotto secondo uno schema di valutazione che comprende:

  • CONFEZIONE:

a- danni da imballaggio;
b- peso/numero di steli;
c- pulitura della parte terminale dello stelo e delle talee eventualmente presenti;
d – presentazione/parità di gambo o di fiore.

  • UNIFORMITA’ DI QUALITA’
  • UNIFORMITA’ DI SVILUPPO
  • COLORE
  • FRESCHEZZA
  • EVENTUALI  PARASSITI
  • EVENTUALI RESIDUI DA DISINFEZIONE/DANNI DA NECROSI
  • FIORITURA (minimo-massimo)
  • LUNGHEZZA
  • ROBUSTEZZA

SANZIONI

I provvedimenti presi in caso di non conformità delle confezioni controllate devono essere immediatamente comunicati ai coltivatori e possono essere:

  • RICONFEZIONE
  • DECLASSAMENTO
  • ESCLUSIONE DALLA VENDITA

L’esclusione dalla vendita riguarda le fronde che non siano “fresche”, “intere” e non conformi per peso dell’unità di confezione o per il numero di steli.
In ogni caso, le sanzioni elevate in relazione ai parametri di qualità del prodotto rimangono a discrezione del Servizio Controllo della Qualità.

Norme di qualità e schede tecniche fornite da UCFlor – Mercato dei Fiori di Sanremo, che ringraziamo per la collaborazione.