MISURA 16.02 “STRATEGIE DI DIFESA INTEGRATA NEL CONTESTO OLIVICOLO LIGURE PER OLIVE DA OLIO E DA MENSA”

PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 LIGURIA

Domanda di aiuto: 12772 – 1260798

Florcoop Sanremo ha presentato un Progetto di Cooperazione insieme al DiSAAA-a dell’Università di Pisa e all’Az.Agr. Fratelli Merano a valere sul PSR 2014-2020 M 16.02 dal titolo “Strategie di difesa integrata nel contesto olivicolo ligure per olive da olio e da mensa”. L’olivicoltura rappresenta un settore molto importante dell’agricoltura ligure, in modo particolare la cultivar Taggiasca, la quale rappresenta più del 50% dell’olivicoltura regionale, diffusa principalmente nelle Province di Imperia e Savona. Tale cultivar conserva la caratteristica di duplice attitudine (ovvero da olio e da mensa) su cui è necessario sviluppare le strategie di difesa integrata per i diversi parassiti e le diverse destinazioni d’uso del prodotto. Il progetto, di durata biennale, appena iniziato, si prefigge l’obiettivo di individuare un protocollo di difesa integrato per la lotta ai principali parassiti dell’olivo, con particolare riferimento alla mosca, alla luce della nota del Ministero della Salute del 24 luglio 2019 relativa alla revoca dei prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva “dimetoato”. Inoltre, vista la sempre più crescente produzione dell’oliva Taggiasca per la trasformazione in olive da mensa, diminuendo la soglia di danno accettabile rispetto alla produzione di olive da olio, occorre avere a disposizione più informazioni ed evidenze relative alla problematica dei residui di insetticidi. Altro obiettivo è quello di collaudare la foto-trappola sviluppata dalla start-up Agrorobotica, quale innovazione tecnologica come supporto alle decisioni per il controllo della Mosca delle olive, Tignola e Margaronia. La realizzazione del progetto permetterà di implementare nel contesto olivicolo ligure la combinazione ottimale di strategie di difesa ammesse dai vigenti disciplinari nei due ambiti produttivi (olio e salamoia), nell’ottica della massimizzazione della loro efficacia di contenimento delle infestazioni dai principali parassiti dell’olivo e della minimizzazione della presenza di residui nell’olio e nella salamoia. L’ausilio delle trappole innescate con il feromone sessuale in grado di catturare e di riconoscere esemplari adulti dei tre principali parassiti integrando il dato relativo alle catture con i dati meteo rilevati dalla stessa fototrappola, diventerà un mezzo importante nel supportare la decisione di intervenire con adeguati metodi di lotta nel caso delle aziende biologiche, che decideranno di impostare la difesa con il ricorso alle strategie adulticide. In generale l’integrazione della foto-trappola come strumento di supporto alle decisioni abbinata a un preciso protocollo di intervento permetterebbe di semplificare a livello aziendale l’importante lavoro di monitoraggio delle infestazioni e di migliorare l’efficacia della tecnica di difesa adottata. A breve saranno indicati i protocolli di difesa integrata, la loro localizzazione all’interno dell’azienda Merano, i dati di cattura, i monitoraggi in corso.

Inizio Progetto: 01/06/2020. Chiusura Progetto: 01/06/2022